Vaccinazione antinfluenzale

La vaccinazione antinfluenzale ha tra gli scopi principali quelli di ridurre la diffusione dei virus influenzali e prevenire le complicanze gravi che alcune persone con maggior rischio possono subire. Quest’anno la campagna vaccinale parte il 25 ottobre 2021.

Chi ha indicazione a fare l’antinfluenzale può valutare anche:

  • vaccinazione antipneumococcica (in chi compie quest’anno 65 anni, o si trova in particolari situazioni di salute, o se ha fatto la prima antipneumococcica l’anno scorso può fare la seconda, dopo non viene di norma più ripetuta;
  • la terza dose anticovid.

I miei assistiti possono prenotare la vaccinazione antinfluenzale chiamando la segreteria allo 0541 670935 (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19).

La vaccinazione antinfluenzale viene proposta per:

  • persone con patologie croniche*
  • persone dai 60 anni in su
  • operatori sanitari e socio-sanitari
  • donne in gravidanza
  • addetti ai servizi assistenziali, servizi essenziali, forze dell’ordine, protezione civile (es. personale scolastico, addetti ai trasporti pubblici, Vigili del Fuoco, Carabinieri, Militari e Polizia Municipale)
  • donatori di sangue
  • personale degli allevamenti e macelli
  • familiari di persone ad alto rischio

*Situazioni che predispongono alle complicanze gravi dell’influenza e che quindi danno indicazione alla vaccinazione a qualsiasi età dai 6 mesi di vita in su:

  • malattie croniche a carico dell’apparato respiratorio (inclusa l’asma grave, la displasia broncopolmonare, la fibrosi cistica e la broncopatia cronico ostruttiva- BPCO)
  • malattie dell’apparato cardio-circolatorio, comprese le cardiopatie congenite e acquisite
  • diabete mellito e altre malattie metaboliche (compresi gli obesi con BMI >30)
  • insufficienza renale/surrenale cronica
  • malattie degli organi emopoietici ed emoglobinopatie
  • tumori
  • malattie congenite o acquisite che comportino carente produzione di anticorpi, immunosoppressione indotta da farmaci o da HIV
  • malattie infiammatorie croniche e sindromi da malassorbimento intestinale
  • patologie per le quali sono programmati importanti interventi chirurgici
  • patologie associate ad un aumentato rischio di aspirazione delle secrezioni respiratorie (ad es. malattie neuromuscolari)
  • epatopatie (malattie del fegato) croniche
Facebook Comments