Salute e Salvezza

Condivido l'articolo del gruppo DarsiSalute firmato da Antonietta Valentini e pubblicato oggi sul portale www.darsipace.it Salute e salvezza condividono la radice, non solo in senso letterale, in quanto provengono da uno stesso profondo bisogno umano: quello di essere salvati dalla sofferenza e dalla morte. http://www.darsipace.it/2019/04/08/8370/
Altro

DarsiSalute: Salute e Società

In questo percorso proposto da DarsiSalute passiamo dal corpo alla salute. Antonietta Valentini ci propone una visione ampia del concetto, sicuramente mutata ed evoluta nel tempo. Salute e società, anche se forse potrebbe non sembrare, sono estremamente connessi. http://www.darsipace.it/2019/02/18/salute-e-societa/ Condivido di seguito anche un mio commento. Questa bella esposizione di Antonietta credo possa servirci per comprendere meglio come una ricerca di salute vada effettuata s...
Altro

DarsiSalute: Il corpo

Abbiamo acquisito una modalità di percezione del nostro corpo separata dal nostro Io, come se vivessimo dentro ad una macchina e la mente ne fosse il sistema di comando. Ma c'è molto di più di questa visione frammentata. In questo post di Iside Fontana, la coordinatrice del gruppo DarsiSalute, iniziamo a parlare del corpo e di come lo percepiamo, di quanto sia importante prendere consapevolezza delle distorsioni a cui siamo arrivati e come questo sia stato possibile. E' quindi necessario in...
Altro

DarsiSalute, un gruppo di studio e azione

Da un paio d'anni faccio parte del gruppo di studio "DarsiSalute", nato all'interno del movimento Darsi Pace di cui faccio parte. "DarsiSalute si pone come Gruppo di studio ed azione per l’esplorazione dello stare al mondo nel modo del corpo umano, inteso nel senso del prendere forma di un’identità umana unificata vissuta come libertà concreta.Esso nasce per approfondire una visione integrata dell’uomo nella sua complessità bio-fisica e psico-spirituale, volta da un lato al superamento...
Altro

Il tempo della cura

Tempo di cura, quello passato a parlare col paziente. Eppure ce n'è sempre meno, ma deve rimanere almeno l'essenziale. Credo che le spiegazioni, fatte anche con cuore ed empatia, non solo con sapere tecnico, siano un momento che può alleggerire, per quanto possibile, una situazione di malattia, di ospedalizzazione, di dolore, di preoccupazione. Noi medici siamo sempre più pressati a fornire prestazioni in tempi ridotti. Così facendo diventiamo dei tecnici e la salute prende la forma di un ogg...
Altro

Uno stato collettivo di disordine profondo

«La nostra civiltà moderna industrializzata, frenetica, angosciosa, reca con sé tutti i germi delle malattie che le assomigliano. Queste, in linea di massima, nascono da uno squilibrio cerebrale in cui l'attività del sistema autonomo risulta affievolita in modo abnorme, mentre l'attività della corteccia cerebrale è intensificata in misura esagerata. […] Tutte queste malattie esigono senza dubbio un trattamento medico specifico. Tuttavia, anche in questo caso, la medicina non accorderà se non una...
Altro

Siamo parte della Terra

Nel 1854 il "Grande Bianco" di Washington (il presidente degli Stati Uniti) si offrì di acquistare una parte del territorio indiano e promise di istituirvi una "riserva" per il popolo indiano. Ecco la risposta del "Capo Seattle", considerata ancora oggi la più bella, la più profonda dichiarazione mai fatta sull'ambiente. "Come potete acquistare o vendere il cielo, il calore della terra? L'idea ci sembra strana. Se noi non possediamo la freschezza dell'aria, lo scintillio dell'acqua sotto il s...
Altro