Tutti gli articoli di Pier Luigi Masini

Indicazioni per quarantene e isolamento covid (aggiornamento 11/03/2022)

LE INDICAZIONI RIPORTATE SONO DEDICATE AI MIEI ASSISTITI, in altri contesti la gestione potrebbe essere diversa.
Cercherò di tenerle aggiornate, ricontrollate sempre nel momento in cui servono, segnalatemi eventuali inesattezze o dubbi.

INDICE DELLA PAGINA

1) COSA FARE SE SI E’ STATI A CONTATTO CON PERSONA RISULTATA POSITIVA, MA NON SI HANNO SINTOMI: QUARANTENA

QUANTO DURA LA QUARANTENA?

– CERTIFICATO DI MALATTIA IN QUARANTENA

DOVE FARE IL TAMPONE DI FINE QUARANTENA

2) COSA FARE SE SI HANNO SINTOMI COMPATIBILI CON COVID

TAMPONE AUTO-ESEGUITO A CASA

ORARI E SEDI DEI DRIVE TAMPONI IN AMBITO RIMINI

3) COSA FARE SE SI E’ RISULTATI POSITIVI AL TAMPONE COVID: ISOLAMENTO

QUANTO DURA L’ISOLAMENTO?

– CERTIFICATO DI MALATTIA IN ISOLAMENTO COVID

DOVE FARE IL TAMPONE DI FINE ISOLAMENTO?

4) E IL GREEN PASS?

5) ALTRE RISORSE SU INTERNET


1) COSA FARE SE SI E’ STATI A CONTATTO CON PERSONA RISULTATA POSITIVA, MA NON SI HANNO SINTOMI: QUARANTENA

E’ prevista una QUARANTENA solo se il CONTATTO E’ AD ALTO RISCHIO (es. persone conviventi). In tutti gli altri casi (definiti a basso rischio) non è prevista quarantena.

NB: La quarantena è personale, gli altri familiari ad esempio non sono in quarantena se non sono stati a diretto contatto con la persona positiva.

A COSA SERVE LA QUARANTENA: serve per verificare che la persona non si sia infettata e quindi non sviluppi sintomi o positività al tampone nei tempi previsti. In questo modo non contagerà altre persone.

TEMPISTICA DEL CONTATTO: il contatto deve essere avvenuto a partire dalle 48 ore precedenti l’esordio dei sintomi o del tampone positivo della persona affetta da covid. Contatti precedenti non sono considerati.

TEMPISTICA DEL TAMPONE: va fatto a fine quarantena. Farlo subito dopo il contatto non ha senso in quanto c’è un tempo di incubazione. Se fosse positivo immediatamente significherebbe che la persona era già infetta da covid per un altro contatto (quindi in caso di dubbio va bene farlo).

Definizione di contatto a basso rischio. Non è richiesta una quarantena se si è incontrata una persona mantenendo la mascherina (chirurgica o FFP2) per:

  • una persona che ha avuto un contatto diretto (faccia a faccia) con un caso COVID-19, ad una distanza inferiore ai 2 metri e per meno di 15 minuti;
  • una persona che si è trovata in un ambiente chiuso (ad esempio aula, sala riunioni, sala d’attesa dell’ospedale) o che ha viaggiato con un caso COVID-19 per meno di 15 minuti;
  • tutti i passeggeri e l’equipaggio di un volo in cui era presente un caso COVID-19, ad eccezione dei passeggeri seduti entro due posti in qualsiasi direzione rispetto al caso COVID-19, dei compagni di viaggio e del personale addetto alla sezione dell’aereo/treno dove il caso indice era seduto che restano classificati contatti ad alto rischio;
  • un operatore sanitario o altra persona che fornisce assistenza diretta ad un caso COVID-19 oppure personale di laboratorio addetto alla manipolazione di campioni di un caso COVID-19, provvisto di DPI raccomandati.
Esempio: Paolo incontra Francesca il 3 gennaio a casa sua, mangiano assieme (stanno senza mascherina per più di 15 minuti). Francesca il 5 gennaio sviluppa sintomi e il 7 gennaio risulta positiva al tampone covid. Si tratta di un contatto ad alto rischio nelle 48 ore precedenti l'esordio dei sintomi, quindi per Paolo è prevista la quarantena.

QUANTO DURA LA QUARANTENA?

Dipende dallo stato vaccinale:

  1. Soggetti non vaccinati o che non abbiano completato il ciclo vaccinale primario (es. abbiano ricevuto una sola dose di vaccino delle due previste) o che abbiano completato il ciclo vaccinale primario da meno di 14 giorni, o che abbiano completato il ciclo vaccinale primario da più di 120 giorni:
  • la quarantena ha durata di 5 giorni, purché al termine di tale periodo risulti eseguito un test molecolare o antigenico con risultato negativo (va bene anche fatto in farmacia o in strutture convenzionate);
  • Inoltre è fatto obbligo indossare i dispositivi di protezione FFP2 per i cinque giorni successivi al termine del periodo di quarantena precauzionale.

2. Soggetti asintomatici che:

–  abbiano ricevuto la dose booster*, oppure

–  abbiano completato il ciclo vaccinale primario nei 120 giorni precedenti, oppure

–  siano guariti da infezione da SARS-CoV-2 nei 120 giorni precedenti, oppure

siano guariti dopo il completamento del ciclo primario

  • non è prevista la quarantena e si applica la misura dell’autosorveglianza della durata di 5 giorni. E’ prevista l’effettuazione di un test antigenico rapido o molecolare per la rilevazione di Sars-Cov-2 alla prima comparsa dei sintomi e, se ancora sintomatici, al quinto giorno successivo alla data dell’ultimo contatto stretto con soggetti confermati positivi al Covid 19. E’ fatto obbligo di indossare dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2 per almeno 10 giorni dall’ultima esposizione al caso.

* Dose booster: la terza dose, oppure seconda se era prevista una unica dose (vaccino Jannsen, oppure per chi aveva avuto già il covid).

CERTIFICATO DI MALATTIA INPS IN QUARANTENA

Al momento il Governo non ha rinnovato i fondi per il pagamento delle quarantene (NB: si intende per persone negative e asintomatiche che sono state a contatto stretto con positivi). Posso comunque rilasciare un certificato, ma non sarebbe pagato (se nel frattempo non cambia nulla). Quindi accordarsi col datore di lavoro per come procedere.

Qui un articolo sull’argomento dell’11/01/2022.

Se invece ci dovessero essere sintomi o positività al tampone si tratterebbe di una normale condizione di malattia per cui il certificato garantirebbe l’indennità INPS (cioè si tratta di malattia pagata).

DOVE FARE IL TAMPONE DI FINE QUARANTENA?

Se si è ricevuto un provvedimento di quarantena si può andare presso i punti Drive senza appuntamento (qui trovate gli orari).

Fino al 19 marzo 2022 si potrà fare il tampone gratuito anche in farmacia, purché non ci siano sintomi (portare il provvedimento da mostrare e documento d’identità), dal 20 marzo il servizio in farmacia sarà a pagamento.


2) COSA FARE SE SI HANNO SINTOMI COMPATIBILI CON COVID

Febbre, raffreddore, mal di gola, tosse e mal di testa sono i sintomi più frequenti con l’ultima variante covid (“Omicron”). Talvolta può esserci anche solo malessere generale o disturbi intestinali.

In questo caso ISOLARSI per evitare di contagiare altre persone e fare un tampone il prima possibile. Non recarsi in farmacia o altre strutture se ci sono sintomi.

Si può attivare subito lo stato di malattia INPS se necessario (contattatemi).

Per richiedere il tampone molecolare presso le sedi AUSL, dovrò indicare i seguenti dati da fornirmi anche via mail:

  • nome, cognome, codice fiscale (senza spazi)
  • numero di telefono per ricevere l’appuntamento del tampone
  • data di inizio sintomi
  • indicare se si è studenti, personale scolastico, forze dell’ordine, sanitari
  • eventuali nominativi delle persone positive al covid con cui si è entrati in contatto
  • problemi di salute particolari da segnalare
  • indirizzo e-mail per ricevere le comunicazioni dall’AUSL (ovviamente se mi invierete una mail non sarà necessario scriverlo, lo vedrò già nell’intestazione)
Novità: dal 21/01/2022 non sarà più necessario avere l'appuntamento e si potrà accedere direttamente ai punti AUSL una volta che io abbia inviato la richiesta.

-> QUI GLI ORARI E LE SEDI DEI DRIVE IN AMBITO RIMINI

NB: Fare il tampone non è un’urgenza. L’importante è non avere sintomi gravi.

Nell’attesa si possono assumere antinfiammatori da banco per ridurre i sintomi, in alternativa paracetamolo. Se i sintomi sono preoccupanti, in particolare difficoltà di respiro, dobbiamo confrontarci subito.

Se il tampone poi risulta positivo si veda il paragrafo successivo. Se risulta negativo e si è in quarantena bisogna comunque osservare i tempi e le modalità della quarantena stessa.

TAMPONE AUTO-ESEGUITO A CASA

Il tampone eseguito da soli a casa se è positivo indica sicuramente un’infezione da coronavirus. Se negativo non può escluderla totalmente in quanto i tamponi rapidi hanno una sensibilità non elevatissima, inoltre non è garantito che sia stato eseguito correttamente.

Solo chi ha effettuato già 3 dosi vaccinali può accedere al proprio fascicolo elettronico e registrare il tampone, evitando così ulteriori tamponi presso altre sedi (NB: valido solo in Emilia Romagna dal 19/01/2022). A questo link la spiegazione.

Tutti gli altri dovranno contattarmi per effettuare un tampone molecolare presso le sedi AUSL.

ORARI E SEDI DEI DRIVE TAMPONI IN AMBITO RIMINI

Dal 21/01/2022 si può accedere senza appuntamento una volta che avrò inviato la richiesta per effettuare un tampone presso le seguenti sedi (portare documento d’identità e tesserino sanitario):

Drive ospedale Rimini (Viale settembrini, rampa ex ps)

  • Dal lunedì al venerdì dalle 08:15 alle 18:30
  • Sabato, domenica e festivi dalle 8.15 alle 13.30

Drive San Giovanni in Marignano (Via dei faggi nella zona
industriale)

  • Dal lunedì al sabato (dalle 08:30 alle 12:30)
  • Domenica chiuso

ATTENZIONE, NON SONO PIU’ ATTIVI:

  • drive del Colosseo
  • drive Toys (strada Consolare San Marino)
  • drive nel parcheggio dell’Ospedale di Novafeltria

3) COSA FARE SE SI E’ RISULTATI POSITIVI AL TAMPONE COVID: ISOLAMENTO

Se i sintomi sono lievi non ci sono urgenze. La persona positiva deve stare in ISOLAMENTO, cioè a casa e non a contatto con altre persone.

Se il tampone è stato auto-eseguito a casa deve essere ripetuto presso le sedi AUSL (lo richiederò io, si veda il paragrafo precedente), farmacie, o strutture convenzionate, salvo chi ha già avuto la dose booster del vaccino (vedi sopra).

Si riceveranno via mail dal dipartimento Sanità Pubblica le indicazioni su come comportarsi, si vedano a questa pagina se non ancora ricevute.

La notifica del caso covid arriverà anche a me (non è necessario notificarmelo).

In genere i sintomi migliorano in pochi giorni. Si possono assumere antinfiammatori da banco o paracetamolo per migliorare febbre e sintomatologia. Possono essere d’aiuto integratori contenenti vitamina C, vitamina D, lattoferrina e altre sostanze di aiuto al sistema immunitario reperibili in farmacia o parafarmacia senza ricetta (tali integratori non sono considerati come “raccomandati” dalla linee guida attuali). Mantenere una dieta leggera, bere molto, evitare alcol e fumo, stare riposati e dormire a sufficienza.

Per sintomi di rilievo o preoccupanti ovviamente dobbiamo sempre confrontarci in modo tempestivo. Per capire come si vedano le seguenti pagine:

I conviventi delle persone positive e tutti i contatti ad alto rischio (si veda sopra) sono da considerarsi in quarantena anche se non hanno ancora ricevuto comunicazioni ufficiali. I conviventi dovrebbero evitare il contatto diretto col positivo (usare stanze e bagni separati, portare massime attenzioni). Se questo non fosse possibile la quarantena sarà prolungata in base alla situazione familiare specifica.

QUANTO DURA L’ISOLAMENTO?

Quando non ci saranno sintomi da almeno 3 giorni (o se si rimane sempre asintomatici) e sarà terminato il periodo minimo di isolamento (vedi oltre) è possibile prenotare in una farmacia (dicendo che si deve fare il tampone di fine isolamento, in questo modo sarà anche gratuito), oppure presso uno dei drive AUSL senza appuntamento, sempre gratuitamente (qui trovate sedi e orari). Non è più necessaria una mia richiesta per il tampone di guarigione, l’importante è rispettare queste regole.

L’isolamento dura di norma un minimo di 10 giorni. A partire dall’undicesimo giorno dal tampone positivo si può fare il tampone di controllo (es. il giorno 15 ha avuto il tampone positivo -> può farlo dal 25).

L’isolamento può essere ridotto a 7 giorni per chi ha fatto la dose booster* del vaccino o ha completato il ciclo vaccinale da meno di 120 giorni (purché si sia asintomatici da almeno 3 giorni). Il tampone può essere effettuato dall’ottavo giorno (es. il giorno 15 ha avuto il tampone positivo -> può farlo dal 22).

L’isolamento è concluso se il tampone (rapido o molecolare) è negativo. Si può rientrare subito a lavoro, scuola o altre attività, poi arriverà entro qualche giorno anche la comunicazione ufficiale di chiusura da parte dell’ufficio d’igiene.

Se il tampone di controllo è positivo se ne dovrà eseguire un altro a 7 giorni con le stesse modalità, oppure attendere fino al 21° giorno, quando si riceverà via mail la comunicazione di chiusura dell’isolamento da parte del servizio di igiene pubblica. Un tampone effettuato prima dei 7 giorni a proprie spese NON viene considerato valido.

* Dose booster: la terza dose, oppure seconda se era prevista una unica dose (vaccino Jannsen, oppure per chi aveva avuto già il covid).

CERTIFICATO DI MALATTIA IN ISOLAMENTO COVID

Durante la malattia o anche il semplice isolamento per positività asintomatica da covid è previsto il normale certificato di malattia di cui dovrete richiedermi il rilascio (non è automatico!) per tutta la durata sino alla negativizzazione. Come ho scritto sopra si rientra al lavoro appena il tampone è negativo, arriverà successivamente anche la comunicazione ufficiale dell’ufficio d’igiene.

DOVE FARE IL TAMPONE DI FINE ISOLAMENTO?

Non serve una mia richiesta. Si può andare presso uno dei drive AUSL (qui trovate sedi e orari) senza appuntamento, oppure prenotando in una farmacia (gratuito fino al 19/03/2022, poi a pagamento) e portando il provvedimento di fine isolamento (se non l’avete ricevuto mandatemi una mail che ve lo giro).

Ribadisco che il tampone di fine isolamento (cioè se si è stati positivi) va fatto solo quando non ci sono più sintomi da almeno 3 giorni e sono passati i giorni minimi previsti (vedi sopra).

4) E IL GREEN PASS?

Il Green Pass viene rilasciato dal Ministero della Salute dopo vaccinazione o dopo rilievo di positività al covid.

Non dipende da me in nessun caso. Possono esserci dei ritardi, ma non ho modo di accelerare o cambiare le cose.

Se non riuscite a scaricarlo mandatemi una mail con i seguenti dati e ve lo invierò:

  • nome, cognome, codice fiscale
  • ultime 8 cifre del lungo numero riportato nel retro della tessera sanitaria
  • data di scadenza della tessera sanitaria (riportata sul retro)
Come ottenere il Green pass - TuttoFarma

Non inviatemi foto della tessera, ma i numeri scritti controllandone bene l’esattezza.

5) ALTRE RISORSE SU INTERNET

Ulteriori informazioni e risposte le trovate su questi siti:


Aggiornamento 4 gennaio 2022

Buongiorno,

i casi di covid stanno aumentando moltissimo, ma attualmente non ho nessun paziente grave, si tratta per lo più di raffreddori, mal di gola (talvolta intensi), mal di testa, febbre non molto alta e che comunque dura al massimo qualche giorno.

Se doveste scoprire di essere stati a contatto con qualcuno positivo, ma state bene, non allarmatevi e prendete le massime precauzioni per evitare di contagiare altri. Non posso richiedere tamponi in questo caso. Trovate a questa pagina l’aggiornamento sulle modalità per le QUARANTENE.

Se invece ci sono sintomi o tamponi positivi contattatemi, ma in questi giorni ricevo tantissime chiamate e mail, vi prego di aver pazienza e di utilizzare quando possibile la mail, sarete poi ricontattati il prima possibile.

Chiedo cortesemente anche di evitare di scrivere mail e poi di telefonare quasi subito (posso metterci qualche ora a rispondere, ma lo faccio sempre), di chiamare il cellulare se sono in ambulatorio e non riesco a rispondere al numero fisso. Le insistenze creano intasamento delle linee telefoniche, ritardi negli appuntamenti, e molta confusione.

Comunico inoltre che:

MERCOLEDI’ 5 GENNAIO: ambulatorio chiuso il pomeriggio (prefestivo), sarò disponibile al mattino per eventuali necessità.

GIOVEDI’ 6 GENNAIO: CHIUSO (festa dell’Epifania). Chiamare la guardia medica se ci sono urgenze (0541 78 74 61).

VENERDI’ 7 GENNAIO: al contrario di quanto comunicato in precedenza sarò presente in ambulatorio in orario normale al mattino (9.30-12.30).

Ricordo di venire comunque solo su appuntamento e di non presentarsi se ci sono sintomi da possibile contagio covid.

Un sincero augurio di buon 2022 a tutti!
dott. Pier Luigi Masini

Informazioni per festività natalizie 2021

Gentilissimi,
in questo periodo di festività natalizie i nostri ambulatori rimarranno aperti normalmente, salvo:
– venerdì 24 dicembre e venerdì 31 dicembre chiusura pomeridiana prefestiva (ambulatorio aperto fino alle 12.30);
– giovedì 6 gennaio (Epifania) CHIUSO tutto il giorno;
– sarò assente il 7 gennaio, ma il poliambulatorio sarà aperto e per eventuali necessità urgenti potrete rivolgervi ai miei colleghi.

Colgo l’occasione per inviare a tutti voi e alle vostre famiglie i miei migliori auguri di buon Natale e felice anno nuovo! La mia vicinanza va soprattutto a chi di voi si trova in quarantena o isolamento e dovrà passare in questo modo anche il Natale.

Qui trovate i miei auguri: 

Natale se

BUON NATALE!

dott. Pier Luigi Masini

Natale se

Sarà Natale se
lascerò nascere in me
un seme caduto dal cielo.

Sarà Natale se
diverrò albero che porta fiori di speranza
radici di fermezza e rami di accoglienza.

Sarà Natale se
darò frutti per sfamare
chi ha fame di senso e vita.

Sarà Natale se
lascerò le mie certezze
per navigare in acque aperte.

Sarà Natale se
costruirò un ponte
tra me e noi.

Sarà Natale se
lascerò morire il mio io
per far nascere Dio.

Pier Luigi Masini

Attivate il Fascicolo Sanitario Elettronico

Buon pomeriggio,

scrivo per consigliare vivamente a tutti di attivare la possibilità di accedere al Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE). In questi tempi difficili sarà una possibilità in più per velocizzare e snellire tante procedure.

Dal FSE è possibile consultare tutti i propri esami effettuati col servizio sanitario regionale (di tutte le strutture pubbliche, mentre ancora non tutte le strutture convenzionate caricano il referto), visionare e stampare ricette che preparo per voi, richiedere eventuali esenzioni dal ticket, prenotare alcuni esami o visite.

Ad esempio in caso di analisi del sangue vedrete l’esito appena pronto, ovvero spesso poche ore dopo il prelievo. Lo stesso in caso di tampone per covid, evitando lunghe attese ad esempio nel weekend.

Per poter accedere è necessaria una “identità digitale” (SPID), che consente anche l’accesso a numerosi altri servizi su internet. Qui trovate le informazioni necessarie: https://www.spid.gov.it/cos-e-spid/come-attivare-spid/

Se avete lo SPID potete accedere da qui al FSEhttps://www.fascicolo-sanitario.it/

Un caro saluto a tutti

dott. Pier Luigi Masini

Chiusura ambulatorio per festività 8 dicembre

Gentilissimi,

mercoledì 8 dicembre l’ambulatorio resterà chiuso in occasione della festività dell’Immacolata. Sarà attivo il servizio di guardia medica che risponde allo 0541 78 74 61. Per emergenze chiamare il 118.

Martedì l’ambulatorio sarà aperto tutto il giorno (normalmente è chiuso i pomeriggi prefestivi) per venire incontro alle necessità di questo difficile e impegnativo periodo che tutti stiamo vivendo. 

Il momento è infatti critico e molto complesso: tra visite, telefonate e messaggi ogni medico viene contattato da circa 100 persone diverse al giorno, per cui chiediamo a tutti pazienza e attenzione soprattutto per quanto riguarda le telefonate, in quanto ne arrivano tantissime e non ci è sempre possibile rispondere. 

Possibilmente non chiedete appuntamenti per mail in quanto spesso poi è difficile accordarsi ed è meglio parlare direttamente con le segretarie.

Grazie per la collaborazione.

Colgo l’occasione per inviare un caro saluto a tutti ed augurare un buon weekend.

CHIUSURA AMBULATORIO PER SANTO PATRONO – 11 NOVEMBRE

In occasione della festività del nostro Patrono san Martino giovedì prossimo 11 novembre l’ambulatorio sarà chiuso. 

Sarà attivo il servizio di guardia medica che risponde allo 0541 78 74 61. Per emergenze chiamare il 118.

Colgo l’occasione per invitare a guardare il nuovo video “La Salute come integrazione di Biologia, Psicologia, Socialità e Spiritualità“.

Invio un caro saluto a tutti.

dott. Pier Luigi Masini

La salute come integrazione di Biologia, Psicologia, Socialità e Spiritualità – video

La salute come integrazione di biologia, psicologia, socialità e spiritualità.

Con il dott. Pier Luigi Masini, a cura del gruppo di ricerca “Sani e Salvi”.

L’essere umano è un sistema complesso, per comprenderlo è necessario superare la visione lineare e semplificata che domina le nostre menti.

In questo video scoprirete, anche attraverso numerosi esempi, cosa significa “complessità” e come le aree della persona si influenzino vicendevolmente per realizzare lo stato di salute globale dell’individuo.

Capitoli

00:00 Introduzione, i sistemi semplici e i sistemi complicati

13:00 i sistemi complessi

28:31 il pensiero lineare e il pensiero sistemico, significato dell’applicazione alla persona

38:00 il modello bio-psico-socio-spirituale: le 4 aree della persona

46:23 esempi di relazioni tra le aree della persona e la sua salute

1:16:45 Geoge L. Engel e il “nuovo modello medico” (il modello biopsicosociale): la visione sistemica della persona

1:19:15 di cosa abbiamo bisogno quindi? La proposta di Obiettivo Benessere Globale

1:22:27 la pratica meditativa e i suoi effetti sulla persona

1:34:00 conclusione

Obiettivo: BenesserE Globale! Sabato 6 novembre 2021

A seguito dell’incontro del mese scorso, il discorso continua (o inizia per chi non c’è stato) con un altro momento per parlare di salute al di fuori dei soliti canoni.

VAI AL VIDEO

Obiettivo: Benessere Globale!

La salute come integrazione di biologia, psicologia, socialità e spiritualità

Sabato 6 novembre, ore 17

Presso il Centro Civico di Villa Verucchio

e in diretta streaming su: www.pierluigimasini.it

Il titolo questa volta è “Obiettivo: Benessere Globale”, che è anche il nome del percorso che propongo da anni in cui impariamo a conoscere meglio noi stessi e a trovare un po’ più di benessere attraverso pratiche dalla consolidata validità ed efficacia.

Chi avesse perso l’incontro del mese precedente può rivederlo alla seguente pagina: La salute prima di tutto?

Allego l’invito, che potete girare a chi volete. I posti sono limitati, per prenotare (non obbligatorio) inviare un messaggio a Tamara al 333 919 5761. Partecipazione con Green Pass.

CHIUSURA AMBULATORIO PER FESTIVITA’ 1 NOVEMBRE 2021

Gentilissimi,
informo che in occasione della festa di Ognissanti di lunedì prossimo l’ambulatorio sarà chiuso. Martedì sarò presente regolarmente.

Vi prego di non contattarmi martedì se non per motivi più urgenti in quanto sarà sicuramente una giornata intensa dopo 3 giorni di chiusura. Questo vale anche in generale per i lunedì, in cui di norma ricevo quasi il doppio delle chiamate, ma la maggior parte non sono urgenti. Vi ringrazio per la collaborazione.

Nei giorni di chiusura sarà attivo il servizio di guardia medica che risponde allo 0541 78 74 61. Per emergenze chiamare il 118.

Colgo l’occasione per inviare a tutti un caro saluto e augurare di passare una buona festa.

dott. Pier Luigi Masini

VACCINAZIONI 2021 (antinfluenzale, antipneumococcica, terza dose anticovid)

Gentilissimi, alcune informazioni riguardanti i vaccini. Andate alle pagine specifiche per conoscere chi ha indicazione a vaccinarsi e altre informazioni.

1. ANTINFLUENZALE

Dal 25 ottobre 2021 sarà possibile effettuare la vaccinazione antinfluenzale presso l’ambulatorio, ma inizieremo (per disponibilità di tipologia di vaccino) per le persone dai 75 anni in su o dai 65 anni con patologie croniche. Le persone anziane che normalmente vengono viste da me al domicilio verranno contattate entro 30 giorni circa e mi recherò personalmente per somministrare il vaccino. Farò sapere appena disponibili i vaccini anche per chi ha meno di 65 anni. Per prendere appuntamento (al fine di evitare assembramenti) vi prego di contattare la segreteria allo 0541670935 (dalle 9 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19).

A questa pagina tutte le informazioni sulla vaccinazione antinfluenzale (per chi è indicata e proposta).

2. ANTIPNEUMOCOCCICA

La vaccinazione antipneumococcica è indicata per prevenire le polmoniti gravi. Viene proposta per le persone che hanno specifiche condizioni di rischio e a coloro che quest’anno compiono 65 anni (nati nel 1956).

Questa vaccinazione prevede anche un secondo vaccino (diverso dal primo per allargare la protezione immunitaria a più ceppi di pneumococco) per chi l’ha fatto l’anno scorso (nati nel 1955), poi non viene più ripetuto (salvo casi particolari).

Chi non l’avesse fatto in passato può recuperarlo (mutuabile per i nati dal 1952 in poi).

Questa vaccinazione può essere somministrata contemporaneamente a quella antinfluenzale. Non è necessario che sia passato un anno dalla precedente (bastano 8 settimane).

Prendere appuntamento sempre allo 0541670935 (dalle 9 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19).

A questa pagina tutte le informazioni sulla vaccinazione antipneumococcica (per chi è indicata e consigliata).


3. TERZA DOSE ANTICOVID

Per i pazienti del nostro poliambulatorio la terza dose del vaccino per il coronavirus verrà effettuata solo presso le sedi AUSL (o al domicilio per chi non è in grado di muoversi ma sempre su organizzazione AUSL), quindi nel caso dovrete prendere appuntamento presso il centro vaccinale attraverso il CUP o in farmacia.

A questa pagina tutte le informazioni sulla terza dose anticovid.

Meditazione: tecnica di rilassamento o esperienza interiore?

La meditazione viene spesso proposta e interpretata come una tecnica di rilassamento, di allentamento dei pensieri, di riduzione dello stress… tutti effetti che sappiamo esserci, ma che in realtà sono secondari. Il rischio è di “usare” la meditazione come un rimedio che poi non cambia nulla nella realtà della nostra vita. Siamo stressati, meditiamo rilassandoci, poi torniamo alla vita di prima: frenetica, basata sul fare, frivola, contratta… quindi sentiamo di nuovo che è venuto il momento di meditare un pochino, perché stiamo giungendo al limite. Sciogliamo leggermente la tensione e… via! Si riparte allo stesso modo, magari anche più efficienti di prima.

La meditazione invece è un’esperienza che ci può portare nel profondo di noi stessi e sentire ciò che non ascoltiamo mai, accoglierlo, curarlo, fino a sviluppare una visione nuova delle cose, della vita e di noi stessi. Questo porta a rilassarsi molto, perché non siamo minimamente abituati ad ascoltare quel grido che dal profondo ce lo richiede. La visione nuova di cui parlo può avere molte sfumature, ognuno è chiamato a scoprirle.

Lo stress si riduce se iniziamo a capire che la stragrande maggioranza delle nostre energie è spesa per “fare delle cose”, che spesso hanno un dubbio valore, finalizzate a mantenere il nostro status, inteso più che altro come immagine che ci siamo costruiti per piacere agli altri, per sentirci giusti, per non essere attaccati e giudicati. Non fatichiamo per essere ciò che siamo, ma per cercare di raggiungere ciò che crediamo sia corretto, accettabile, utile, e così via, spesso in un percorso che non può avere un reale esito, in quanto irraggiungibile e autodistruttivo.

Nella meditazione possiamo invece scoprire la nostra vera essenza: si tratta di qualcosa di molto più semplice, libero, gioioso e vivace. E’ la vita, così com’è, così come Dio l’ha fatta. Scopriamo che la vita è bella, intelligente e leggera. E tutto il resto è di più. Il nostro cuore si centra su questa esperienza e si alleggerisce molto, aprendo le nostre interiorità al grande mistero dell’esistenza, alla pura spiritualità. Tutto può assumere un valore nuovo. Perché è lasciando andare tutto che si può sentire il senso del Tutto.

“Dov’è il vostro tesoro, là sarà anche il vostro cuore” (Lc 12,34)

Pier Luigi Masini

La salute prima di tutto? Video dell’incontro

La salute prima di tutto?

Incontro col dott. Pier Luigi Masini a cura del gruppo di ricerca “Sani e Salvi”. Sabato 9 ottobre 2021 (Centro civico – Villa Verucchio, Rimini).

Conversazione ed esperienza su Salute, Malattia e Cura, alla ricerca di una interpretazione aperta e olistica di questi concetti. Incontro a cura del gruppo di ricerca Sani e Salvi.

Dal 2016 propongo dei percorsi di ricerca di benessere psicofisico e questo è il primo incontro di un nuovo ciclo. Credo fortemente necessario trovare mezzi, pratiche e modalità nuove per affrontare le problematiche di salute e migliorare il nostro stato fisico, psichico e interiore.

Durante l’incontro ho proposto qualche semplice esperienza, anche per cominciare a considerare insieme quanto influisca su come stiamo il nostro modo di vedere le cose.

Il percorso successivo richiederà un po’ di impegno e costanza, ma avrà un costo accessibile a tutti (solo per coprire spese gestionali). Per informazioni andare alla pagina: Presentazione del progetto Obiettivo Benessere Globale.

Darsi Salute: Il messaggio della malattia

– Circa sei anni fa è stato gravemente malato. Questa dura prova le ha insegnato qualcosa di nuovo su se stesso?

[…] Questa malattia mi ha indotto a chiedermi dove avessi superato la mia “misura”. Non credevo di lavorare troppo, ma il mio corpo mi ha dato una lezione. Da allora cerco di ascoltarlo maggiormente. I miei confratelli mi mandarono in ospedale uno dei miei libri, “La salute come compito spirituale”: questo dapprima mi ha fatto inquietare, ma poi ho capito che dovevo essere più attento ai suggerimenti sussurrati dal mio cuore.

– Che cosa ci dicono questi impulsi del corpo? Quand’è possibile percepirli e come vanno interpretati?

Quando sono teso il mio corpo mi vuole dire che non sto bene interiormente. I dolori alla schiena, viceversa, possono farmi capire che sto reprimendo i miei sentimenti. Il mio corpo mi ricorda quindi cose che ho trascurato, perciò devo essergli grato di queste reazioni. Dovrei pensare meno alla causa della malattia e più al suo senso. La malattia contiene sempre un messaggio: o devo cercare una nuova misura (magari nel lavoro), o devo farla finita con la superficialità (ed eventualmente con una vita di successo) e scoprire la profondità della mia anima.

Anselm Grun, La cura dell’anima (ed. Paoline, 7a ed. 2017, edizione italiana a cura di Marco Guzzi, pag. 76)

DarsiSalute su Facebook: https://www.facebook.com/DarsiSalute/

Caro dottor Google

Caro dottor Google,

è un tuo collega che ti scrive. Considerata la tua vastissima conoscenza in materia medica, che spazia in tutte le specializzazioni e le problematiche di salute, sempre più persone si stanno rivolgendo a te per ottenere consulti e informazioni riguardanti i loro sintomi, esami, patologie, o timori legati alla propria salute.

Sei davvero il dottore con più conoscenze che esista e il più consultato al mondo. Conosci a memoria tutti i trattati di medicina, gli articoli scientifici, i bugiardini dei farmaci e le ultime notizie su qualsiasi argomento. Nessuno può eguagliarti in questo, e quando ti viene posta una domanda qualsiasi rispondi in meno di un secondo.

Noi umani spesso invece abbiamo bisogno di studiare, ripassare, aggiornarci, e continuamente rivedere tutte le informazioni che ci competono, che non sono nemmeno un centesimo di quelle che conosci tu.

È davvero apprezzabile la gratuità con cui elargisci grandi quantitativi di conoscenze, ai quali non poni limiti ne restrizioni ne filtri. Le persone spesso vengono da me dopo un tuo consulto e hanno già tantissime informazioni riguardanti i risultati dei loro esami fuori norma, possibili significati dei loro sintomi e ipotetiche diagnosi. Se devo essere sincero anch’io a volte ti consulto e mi sei di aiuto nel trovare le risposte che cerco.

C’è un problema però, ed è per questo che ho deciso, dopo averci pensato per anni, di scriverti questa lettera. Tu spiattelli dati e informazioni senza alcun riguardo. Per un mal di testa tu rispondi che potrebbe essere un tumore cerebrale, una lieve alterazione (spesso non rilevante) degli esami del sangue è potenzialmente una leucemia. Le persone si spaventano ed entrano in panico, poi sta a me e agli altri colleghi che utilizzano il cervello, e non un database, rassicurare, raddrizzare il tiro, trovare modo di riportarle alla realtà.

Poi spesso fornisci informazioni proprio sbagliate, che possono anche dare false rassicurazioni ed allontanare dalle cure più opportune chi ingenuamente pensa di potersi fidare di te. Dai voce a personaggi che amano inventare bugie (fake news) o rivedere la realtà sotto lenti distorte (come complottisti ed estremisti), in altri casi l’ordine dei risultati non pare dare risalto a ciò che è più utile per la ricerca, ma sembra favorire chi ci sa fare meglio fare con la comunicazione, o addirittura paga di più per stare “in prima fila”.

Le persone hanno bisogno di informazioni commisurate alla loro condizione e alle loro capacità di comprenderle, anche in senso emotivo. Le persone hanno bisogno di essere visitate, ascoltate, guardate e considerate… persone.

Ma tu non hai un cuore collegato al cervello, e non puoi fare tutto questo. Perché non è “sapere tutto” che salva, ma “sapere le cose giuste” e soprattutto “metterle al posto giusto” che porta a dare il meglio per la cura di chi ne ha bisogno. La maggior parte delle persone non è in grado di comprendere pienamente ciò che proponi loro nelle tue esuberanti consulenze, spesso quelle informazioni sono difficili da interpretare e adattare alla persona che si ha davanti anche per chi ha studiato con fatica almeno 7-8 anni per laurearsi, dai 3 ai 6 per specializzarsi e continua a farlo per tutta la vita.

Fare il medico è un mestiere altamente complesso, fatto di attenzione, conoscenza, umanità, competenza, esperienza, etica, compromesso, fiducia, sensibilità, e molte altre caratteristiche che tu non puoi avere. Mi raccomando, ricordalo sempre a tutti: non sei un dottore vero, contieni solo tante informazioni, che molto spesso, se utilizzate impropriamente, diventano sbagliate e pericolose.

Pier Luigi Masini

La consapevolezza può migliorare la nostra salute?

Consapevolezza significa conoscere me stesso. Sapere cosa sta succedendo in me, quindi come sto, e magari anche perché sto così, cioè cosa mi sta disturbando, qual è il processo che mi porta a soffrire.

La strada della consapevolezza dura tutta la vita, ma può anche non realizzarsi quando non ci ascoltiamo, non ci mettiamo in discussione e perdiamo ogni possibilità di crescere e approfondire il nostro rapporto con la Vita.

Di mestiere faccio il medico e incontro quindi tante persone che non stanno bene. Cerco di interessarmi a loro, ma talvolta percepisco che loro non si interessano a se stesse. Ma non lo sanno.

Credono che il curarsi significhi andare dal dottore. Mi dispiace molto, perché il dottore può fare solo una piccola parte e quella grossa la fa la persona stessa da curare. Quando chiedo come va la vita in generale, di solito le risposte non sono positive: abbiamo tutti un sacco di problemi!

Ma le persone vengono da me per un malanno fisico e non fanno alcun collegamento con quanto vivono nella vita sotto l’aspetto interiore. Sono frustrate, stanche e sofferenti, conducono vite sregolate sotto l’aspetto alimentare, del sonno, delle relazioni, del lavoro. Eppure si lamentano pretendendo cure miracolose che risolvano i loro dolori o problemi fisici.

Quando non trovo altre motivazioni e tento un collegamento, ad esempio un periodo di stress o uno stravizio ed aumento di pressione arteriosa o un mal di pancia, a volte ricevo risposte del tipo: “davvero? non ci avevo mai pensato”.

Bene, l’importante è iniziare.

Pier Luigi Masini

Il dott. Masini sarà in ferie dal 23 al 27 agosto

Gentilissimi,
sarò in ferie dal 23 al 27 agosto. In quei giorni, per le necessità più urgenti prego di rivolgervi agli altri medici del poliambulatorio di Villa Verucchio, chiamando prima allo 0541 670935.
Se c’è qualche bisogno importante fatemi sapere prima.
Anche durante i giorni di ferie potete rivolgervi alla segretaria (sempre allo 0541 670935) per fissare eventuali appuntamenti o prescrivere i farmaci che assumete cronicamente.

Attivazione del nuovo centralino presso il Poliambulatorio e nuovi orari di Segreteria


Gentilissimi, sono molto contento di informarvi riguardo alcune importanti novità organizzative per il nostro poliambulatorio.

1. ATTIVAZIONE NUOVO CENTRALINO

Il 7 luglio verrà attivato il nuovo centralino e saranno aggiunte linee telefoniche al nostro poliambulatorio. Speriamo quindi che il nostro telefono diventi più gestibile rispetto ad ora. Il numero telefonico dello studio rimarrà invariato (0541 670935).

NB: QUEL GIORNO POTREBBERO ESSERCI DEI DISSERVIZI LEGATI AL PASSAGGIO A NUOVA GESTIONE TELEFONICA (ricordo che io sarò in ferie la prossima settimana).

Il numero da premere per parlare direttamente con me quando non è presente la segretaria, o non riesce a rispondere, rimarrà ‘1’.  Premendo il tasto ‘9’ sarà possibile avere le informazioni riguardanti i medici (orari di ricevimento e altre modalità di contatto). Quando è presente la segretaria, di norma, risponde alle telefonate. Può ricevere richieste di ricette, messaggi, dare appuntamenti, oppure passare la chiamata al medico se necessario. Le telefonate sono tantissime e vi prego di utilizzare con attenzione questo importante mezzo di comunicazione con noi medici perché è di norma impossibile rispondere a tutte le chiamate. Quindi anche se spero troverete meno difficoltà a chiamare, non significa che riusciremo ad essere sempre disponibili a rispondere. Quando possibile utilizzate questa mail e attendete con pazienza la risposta. In genere riesco a rispondere solo alcune ore dopo, in caso di richieste non urgenti potrei rispondere il giorno successivo. Se lo ritenete opportuno scrivete “URGENTE” nell’oggetto della mail e la guarderò prioritariamente. Vi prego di non chiamarmi al cellulare durante l’orario di ambulatorio o se trovate occupato, in quanto complica ulteriormente la gestione dei numerosissimi contatti giornalieri.

2. NUOVA SEGRETARIA E NUOVI ORARI DI SEGRETERIA

Altra importante novità sta negli orari di segreteria, oltre all’infermiera Alessandra ha iniziato a collaborare con noi anche una nuova segretaria di nome Ilaria, per cui il nuovo orario è il seguente:

dal LUNEDI al VENERDI, al mattino dalle 9.30 alle 12.30, al pomeriggio dalle 15.30 alle 19.

Cordiali saluti

dott. Pier Luigi Masini

Il dott. Masini sarà in ferie dal 5 al 11 luglio 2021


Gentilissimi,
sarò in ferie dal 5 al 9 luglio. In quei giorni, per le necessità più urgenti prego di rivolgervi agli altri medici del poliambulatorio di Villa Verucchio, chiamando prima allo 0541 670935.
Se c’è qualche bisogno importante fatemi sapere prima.
Anche durante i giorni di ferie potete rivolgervi alla segretaria (sempre allo 0541 670935) per fissare eventuali appuntamenti o prescrivere i farmaci che assumete cronicamente.
Cordiali saluti

dott. Pier Luigi Masini

Possibili problematiche post-vaccinazione COVID

A seguito del precedente articolo aggiungo qualche altra risposta alle domande più frequenti riguardo i possibili effetti collaterali da vaccinazione COVID.

  1. SINTOMI POST-VACCINO: dopo il vaccino è normale avere qualche sintomo, sebbene non tutti ne abbiano. Dipende dalla reattività di ognuno, come nel caso di un’infezione influenzale o nello stesso COVID. In genere tutto si risolve entro 1 o 2 giorni, ma può rimanere un lieve malessere per qualche altro giorno. Il fatto di avere febbre è segno di attivazione della risposta immunitaria che serve per produrre i linfociti e gli anticorpi che proteggeranno da una eventuale infezione. Gli altri sintomi (mal di testa, dolore muscolare, ecc.) sono correlati a questa reazione dell’organismo. Per ridurre questi sintomi può essere assunto fino a 2-3 volte al giorno paracetamolo 500 mg per ridurre la febbre, o anche 1000 mg se ci sono sintomi intensi, ma che dovranno risolversi entro 1-2 giorni. In alternativa si può utilizzare un antinfiammatorio da banco a stomaco pieno (es. ketoprofene, ibuprofene, ecc.). Ovviamente non vanno mai assunti farmaci che hanno dato problemi in passato.
  2. REAZIONE ALLERGICA AL VACCINO: Le problematiche più gravi di tipo allergico sono molto rare e si manifestano quasi subito, per questo si attende almeno 15 minuti dopo la somministrazione del vaccino. Altre reazioni allergiche più lente si manifestano entro 48 ore, più spesso sono reazioni cutanee, e non hanno in genere intensità preoccupante. In caso di dubbi consultare il medico, la guardia medica, o il Pronto Soccorso, mentre se ci sono reazioni gravi (molto rare) con gonfiore della lingua o della gola o difficoltà di respiro chiamare immediatamente il 118.
  3. REAZIONI PREOCCUPANTI DOPO IL VACCINO: sono molto rare, ma in caso dovessero comparire consultare subito il proprio medico o recarsi in Pronto Soccorso:
    a. Mal di testa intenso e persistente
    b. Vertigini
    c. Disturbi visivi
    d. Difficoltà nel parlare
    e. Dolori muscolari che aumentano e peggiorano nel tempo
    f. Gonfiore di una gamba o un braccio
    g. Cambio di temperatura di una gamba o un braccio (caldo o freddo)
    h. Difficoltà a respirare
    i. Tachicardia improvvisa
    j. Petecchie
    k. Sanguinamenti atipici